Puzzole, gufi e anguille

Appesa a due alberi che si affacciavano sul fiume, l'amaca dondolava placida. La occupavano due puzzole accaldate. Ciascuna con la sua canna da pesca, cercavano pigramente di far abboccare qualche pesciolino. Agitavano le code come ventagli, per smuovere un po' l'aria calda e soffocante della giungla. Un fruscio seguito dal rumore di rami spezzati attirò la …

Leggi tutto Puzzole, gufi e anguille

Una luce nel buio

Era una notte calda e senza luna. Un gatto lungo e atletico, sdraiato sul ramo/letto della sua casa sull'albero, sonnecchiava placido. Fosse stato per lui, avrebbe di certo continuato fino al mattino, ma una sinistra risata lo ridestò bruscamente. Si guardò intorno, spaventato e ancora intontito dal sonno. Le risate continuarono, si moltiplicarono. Erano le …

Leggi tutto Una luce nel buio

Il primo volo di Dvardov

Appollaiato sui rami più alti della più alta betulla nella collina più alta delle Higlands Scozzesi, Dvardov guardava di sotto: il terreno era così distante che visto da lì sembrava di guardare una mappa di Google. Le vertigini gli facevano girare la testa. «Cuoraggio!», gli disse il papà, «Devi solo buttare te suotto». Era proprio …

Leggi tutto Il primo volo di Dvardov

Un regalo sbagliato?

Una slitta trainata da otto renne atterrò sul tetto in legno, ricoperto da uno spesso strato di neve. «Oh oh!», esclamò un omone vestito di rosso e con una folta barba bianca, «Vediamo chi c'è qui». Aprì un cassetto portaoggetti e prese un tablet. Nel monitor scorreva una lunga lista. «Dunque,», disse, «com'è che si …

Leggi tutto Un regalo sbagliato?

Gli strani occhiali di Eberardo

Il piccolo Eberardo aveva bisogno degli occhiali. Gliel'aveva detto l'oculista: «Li devi mettere quando guardi la televisione, il computer, l'Ipad, il portatile, la Wii, lo specchio del bagno e i vetri delle porte». «Anche quando mangio pane e Nutella?», aveva chiesto alla mamma parlandole all'orecchio. «Certo, soprattutto!», aveva confermato l'oculista che chissà come era riuscito …

Leggi tutto Gli strani occhiali di Eberardo